Problemi con le API di Amazon? Come gestirle con WP MoneyClick

Alcuni affiliati Amazon si sono visti recapitare una email simile a questa:

In pratica Amazon, da inizio 2019, ha cambiato la sua policy sull’utilizzo delle sue API per le affiliazioni:

  • Nuovo account: inizialmente le API sono disattivate. Non appena si fanno 3 vendite le API vengono attivate.
  • Account esistente: se per 30 gg non si fa alcuna vendita le API vengono disattivate. Per riattivarle bisogna fare almeno 3 vendite in 1 mese

Vediamo quindi come gestire questo problema usando WP MoneyClick.

Gestire i prodotti Amazon usando il provider Affiliazione Generica

WPMoneyClick gestisce diversi provider sia PPS (Amazon, eBay, iTunes) che PPC (Kelkoo, Trovaprezzi, Pagomeno). Questi provider vengono gestiti tramite API, ovvero il reperimento (e il successivo aggiornamento) delle informazioni sui prodotti (prezzo, foto, ecc.) sono gestiti in maniera automatica dal plugin.

Per permettere di utilizzare anche altri provider di affiliazione, non direttamente integrati via API, WP MoneyClick mette a disposizione il provider ‘Affiliazione Generica’:

In questo caso saremo noi a inserire (e aggiornare quando serve) i dati di un certo prodotto (titolo, foto, prezzo e ovviamente link di affiliazione). Il grande vantaggio sara’ quello di poter utilizzare un contenuto di questo tipo come fosse uno di quelli gestiti in maniera automatica via API.

Sara’ possibile usare tutte le normali funzion di WP Moneyclick:  i template, fare retargeting, avere le statistiche in tempo reale ecc.: un bel vantaggio !

L’idea e’ quella di creare 2 contenuti per un certo prodotto (ipotizziamo un iPhone XS che si vende su Amazon):

Procediamo con il creare 2 contenuti:

  • Il primo lo creiamo con il provider ‘Amazon’ : li bastera’ inserire il codice prodotto (ASIN) e via API il plugin scarichera’ in automatico tutti i dati.
  • Il secondo contenuto sara’ di tipo ‘Affilizione Generica’, in cui saremmo noi a caricare i dati del prodotto

Utilizzando la barra SiteStripe di Amazon (in alto nel sito) possiamo recuperare il link di affiliazione:

Avremo un contenuto tipo questo:

Entrambi i contenuti avranno un loro shortcode assegnato: supponiamo [ wpmoneyclick id=’123′ ] per il primo e [ wpmoneyclick id=’456′ ] per il secondo.

Nella pagina dove volete sponsorizzare il prodotto inserirete entrambi i contenuti (ovvero entrambi gli shortcode di cui sopra, 1 dopo l’altro).

Chiaramente in questo modo vedrete 2 banner per lo stesso prodotto. Il trick sta nella possibilita’, in WP MoneyClick, di disabilitare un intero provider (quando un provider e’ disabilitato tutti i contenuti di quel tipo non verranno visualizzati).

Morale della favola? Se le vostre API Amazon “funzionano” tenete attivo il provider ‘Amazon’ e disabilitate il provider ‘Amazon Generico’.
Se, malauguratamente, dovessero (anche temporaneamente) bloccarvi  le API Amazon, farete l’inverso: attiverete il provider ‘Amazon Generico’ e disabilitate il provider ‘Amazon’ (in attesa di rifare lo ‘switch’ !)

In questo modo, gli utenti vedranno sempre e solo 1 offerta Amazon, indipendentemente che Amazon vi abbia bloccato le API o no , e, cosa piu’ importante, voi non perderete alcuna commissione di vendita!